Aggiornato: 19 luglio 2024
Nome: Malyanov Sergey Ivanovich
Data di nascita: 14 luglio 1969
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea
Frase: punizione sotto forma di multa per un importo di 700.000 rubli con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche e religiose per un periodo di 2 anni e 11 mesi

Biografia

Il 16 e il 17 luglio sono state effettuate perquisizioni di massa negli appartamenti dei fedeli in diversi insediamenti della regione di Nizhny Novgorod. In totale sono state condotte 35 perquisizioni e almeno 11 persone sono coinvolte nel procedimento penale. Uno degli accusati è Sergey Malyanov. Che cosa si sa di quest'uomo?

Sergej è nato nel 1969 a Gorkij (oggi Nižnij Novgorod). Fin dall'infanzia, è stato attivamente impegnato nella danza e nel pattinaggio artistico. Dopo la scuola è entrato nell'Istituto di Cultura Fisica, nel 1991 ha conseguito il diploma in educazione fisica. Ha il titolo di Maestro dello Sport dell'URSS. Ha lavorato nel Circo sul ghiaccio di Mosca come acrobata, ha girato con spettacoli in Russia e in altri paesi. Di recente, si è occupato di decorazione d'interni, ma cerca di non perdere la forma fisica, gioca a calcio e hockey, va alla pista di pattinaggio.

Sergey ha una figlia adulta che lavora come insegnante di francese in una scuola privata. Lo stesso Sergey si prende cura di sua madre in età pensionabile, che è una persona disabile del secondo gruppo.

La ricerca del senso della vita ha portato Sergej a studiare la Bibbia, in cui ha trovato le risposte alle sue domande. È convinto che la Bibbia sia un libro di preziosi consigli e profezie affidabili. Il risultato della ricerca spirituale fu l'incriminazione penale per la fede.

La persecuzione religiosa di Sergej minò gravemente la salute di sua madre. "È un duro colpo quando un figlio gentile e premuroso, senza il quale non posso vivere, viene considerato un criminale", si lamenta. "Questo dolore è come un coltello nel cuore".

Casi di successo

Nel luglio 2019 sono state effettuate perquisizioni di massa nelle case dei testimoni di Geova a Nizhny Novgorod. In seguito, diversi credenti sono diventati imputati in procedimenti penali in base a un articolo per estremismo. Una di queste è stata presentata contro Sergey Konshin, Sergey Malyanov e sua figlia, Svetlana. I credenti hanno trascorso 24 ore in una struttura di detenzione temporanea. Anche prima di questi eventi, gli ufficiali ascoltavano le conversazioni telefoniche di Malyanov. Più tardi, un altro imputato è apparso nel caso: Roman Zhivolupov. I credenti sono stati aggiunti alla lista di monitoraggio di Rosfin, e hanno dovuto firmare un accordo di riconoscimento. Nel febbraio 2022, il caso è andato in tribunale. Gli addebiti si basano su una registrazione video di un evento. L’inchiesta ha considerato il partito una continuazione dell’attività di un’organizzazione religiosa liquidata. Nell’aprile 2023, questi residenti di Nizhny Novgorod sono stati condannati a multe che vanno da 450.000 a 700.000 rubli. In seguito, la corte d’appello ha confermato il verdetto di colpevolezza, inasprendo la parte aggiuntiva della pena: non ricoprire alcuna posizione di leadership in organizzazioni religiose e pubbliche per 2 anni e 11 mesi.